Questo sito utilizza cookies.

  • Home
  • Recensioni
  • Brisighella, l'isola bianca nella Romagna terra di comunisti, repubblicani, anarchici e mangiapreti

Brisighella, l'isola bianca nella Romagna terra di comunisti, repubblicani, anarchici e mangiapreti

servizio di Francesco Satta - TG3 ER - 12/08/2017

A maggioranza democristiana per tutto il dopoguerra, quando l'italia era divisa tra le fedi contrapposte in Marx e nel Cattolicesimo, la città ha dato natali a ben sette cardinali. Cosa voleva dire essere comunisti in un luogo simile?

"Non era facile essere comunisti a Brisighella era un pò Peppone e Don Camillo anche lì ma era un Peppone e Don Camillo dove c'era molto rispetto tra le due culture e le due politiche, tant'è che quando alcuni di questi esponenti comunisti sono diventati sindaci, l'ultimo è stato Amos Piancastelli alla fine degli anni '70, si era creato un rapporto di stima e di reciproco rispetto che ancora c'è oggi. 

E' una storia che abbiamo cercato di raccontare raccontando le singole storie, i singoli personaggi che quella vicenda l'hanno vissuta e costruita e ci sono anche delle pagine emozionanti, alcune drammatiche..." Claudio Visani

http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-e8b62e35-efe4-4d00-beea-b7caa9c85173.html al minuto 16:25